La forza dell'umiltà

           Precedente Home Successiva 

 

 

 

 

Ci scusiamo per il disagio il sito

verrà aggiornato a breve

 

 

 

 

 

San Carlo  a Sezze!  

 

Il Reliquiario di San Carlo da Sezze

Monsignor Loris Capovilla tra Giovanni XXIII e San Carlo da Sezze

Il Vescovo Mariano Crociata incontra la comunità di Sezze

Padre Nicola Macale in visita alla casa natale

Inaugurazione dell' Epigrafe Commemorativa della Nascita di San Carlo

Mons. Giuseppe Petrocchi nuovo Arcivescovo de L'Aquila

Celebrazione di apertura del IV Centenario

Premio Letterario, Grafico - Pittorico e Multimediale

Festa dei Santi Patroni di Sezze 2013

Le Confraternite a Sezze tra passato e presente

Programma Manifestazioni

Sezze e la Diocesi in festa

Mostra sui manoscritti di San Carlo

 

 

 

Home
Le Confraternite a Sezze tra passato e presente
Centro Studi San Carlo da Sezze
Monsignor Loris Capovilla tra Giovanni XXIII e San Carlo da Sezze
Il Reliquiario di San Carlo da Sezze
Il Vescovo Mariano Crociata incontra la comunità di Sezze
San Carlo  a Sezze!
Padre Nicola Macale in visita alla casa natale
Inaugurazione dell' Epigrafe Commemorativa della Nascita di San Carlo
Mons. Giuseppe Petrocchi nuovo Arcivescovo de L'Aquila
Celebrazione di  apertura del  IV Centenario
Sezze e la Diocesi in festa
Festa dei Santi Patroni di Sezze 2013
Premio Letterario, Grafico - Pittorico e Multimediale
Programma Manifestazioni
Mostra sui manoscritti di San Carlo
399° Anniversario della Nascita
Concerto per il Papa
50° della Canonizzazione di San Carlo
Rassegna Polifonica "L'Attesa"
Natività in Casa San Carlo
Trafitto dall'Eucaristia
150 Anni dell'Unità d'Italia
Poesia e spiritualità nelle opere di San Carlo da Sezze
I Santi venerati nella tradizione spirituale e popolare di Sezze
San Carlo da Sezze a Loreto
Sagra del Carciofo 42° edizione
La cultura contadina e le tradizioni della terra di San Carlo
La Resurrezione
Conferenza su San Carlo da Sezze
Mostra Iconografica sulla Natività
Presepe Artistico
San Carlo e il suo paese…Sezze
Il Centro Studi e la Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo
Le vie di Roma nella Regione Lazio
San Carlo da Sezze e la  Passione di Cristo
Concerto Notte Tricolore
Eventi e manifestazioni
Sabato 9 maggio benedizione del Crocifisso
Programma manifestazioni
La Stimmatizzazione al cuore
Natale con San Carlo
La Corale San Carlo a Segni
Cori di voci bianche in concerto
L'altare del Crocifisso
La visita dei frati all' I.S.I.S.S.
Le scuole di Sezze in visita alla casa di S.Carlo
I giovani di S.Domitilla nella casa di S.Carlo
Ultime esibizioni della Corale
2 agosto 1959
Libri pubblicati
Storia di Sezze
Cattedrale di Santa Maria
Itinerario ai luoghi di S. Carlo
Una strada per San Lidano
Il restauro delle edicole votive
Corale San Carlo
Illuminata la grande croce
Setini illustri per santita'
L'arte di Tommaso Brusca
S. Carlo mistico di  R. Sbardella
La casa natale di S. Carlo
I conventi di San Carlo
Incontro con San Carlo
San Carlo da Sezze a Carpineto Romano
La forza dell'umiltà
Cenni sulla vita di San Carlo

 

 

Per informazioni, contattare il
Centro Studi "S. Carlo da Sezze"
via Piagge Marine, 39
04018 SEZZE (LT)
sancarlodasezze@sancarlodasezze.it

 

 

 

Hit Counter

contatore visite

 

 

La forza dell’Umiltà

-Dagli scritti di san Carlo da Sezze-

Di Massimiliano Di Pastina

Il libro è stato presentato domenica 4 ottobre 1998 da don Anselmo Mazzer all’interno di alcuni eventi che hanno caratterizzato gli appuntamenti spirituali e culturali del 350° anniversario della stimmatizzazione

    

 

presentazone di fr. Giacomo Bini, ofm, ministro generale dei frati minori.

 

    

 

      

 

PRESENTAZIONE

San Carlo da Sezze fa parte di quella schiera di frati francescani che, nel nascondimento e nell'umiltà della loro vita di ogni giorno, hanno scelta la configurazione radicale a Cristo povero, casto e obbediente  secondo la forma di vita suggerita dallo Spirito a Francesco di Assisi.

 Carlo da Sezze ci rammenta che non è sufficiente soltanto credere in Gesù: occorre amarlo sul serio. E lui ha fatto di questo amore una scelta concreta, nelle situazioni più disparate della sua vita cristiana e francescana, di cui i brani dell'autobiografia e degli altri scritti spirituali qui raccolti danno un saggio abbastanza completo. Ha capito, san Carlo da Sezze, che lamore concreto per Cristo passa nelle cose quotidiane, semplici, nel radicamento autentico alla spiritualità del Poverello che, morendo, ha indicato ai suoi frati lo stile  profetico affidato alla sua fraternità: ricercare perennemente,cioè  valori alternativi a quelli del mondo, che siano realmente in continuità con i valori evangelici.

Anche in situazioni difficili, fr. Carlo da Sezze è stato continuamente attento, nelle varie fraternità in cui è stato di famiglia, a lavorare nel costruire accoglienza, comunione, missione intesa come presenza, ascolto e dialogo. E non è stato sempre facile per lui, povero fratello laico in un periodo della storia dell’ordine in cui questa stato era sinonimo di bassezza, di umiliazione e di inettitudine, essere testimone autentico di queste qualità fondamentali per un frate minore. Ma c'è riuscito, forse,meglio degli altri, con la sua vita fatta di incoraggiamento,di dialogo durante la  questua, di produzione letteraria semplice ma, proprio per questo,diretta, incisiva, penetrante.

   Per l'ordine dei frati minori, che nel sessennio 1997-2003, su invito del definitorio generale, è impegnato nell'attuazione del documento del capitolo generale del 1997,  è il momento di puntare decisamente su alcune  scelte

prioritarie allo scopo di vivere la propria vocazione in modo autentico. Infatti, questo  nostro tempo che il Signore ci dona avrà il senso e la forma di un kairòs, di un tempo salvifico, nella misura in cui sapremmo vivere alla maniera dei frati come san Carlo da Sezze: nella consapevolezza, cioè, di doversi lasciare portare da Dio, come amava ripetere il santo di Sezze,  riscoprire ogni giorno di più che  lui è un Padre buono che cerca continuamente i suoi figli.

I tempi forti” della storia dell'umanità - e quello stiamo vivendo è uno di questi - hanno bisogno di punti di orientamento sicuri. Anche Carlo da Sezze può aiutarci a  qualificare il nostro essere semplicemente cristiani, nel coltivare lo spirito di preghiera, nel costruire la comunione di vita  con chi ci sta accanto,nell’incarnare uno stile di “minorità” e di solidarietà, nel vivere, infine, la missione e l’evangelizzazione come realtà che ci riguardano di persona.

   Anche gli scritti qui raccolti nella misura in cui ci restituiscono un san Carlo più “umano”, meno preconfezionato e più a misura nostra, ci aiutano a riscoprire la santità e il carisma francescano come memoria del dono fatto da Dio alla Chiesa e al mondo nella persona di Francesco d’Assisi, come chiave di lettura per comprendere le situazioni contemporanee, come stimolo per essere, in quanto seguaci del  Cristo Signore, seminatori di gioia e profeti di speranza; alla maniera di san Carlo da Sezze, cioè in letizia e in umiltà.

Roma, dalla Curia generalizia dell'ordine, 17 settembre 1998 festa delle stimmate di san Francesco

                                                                fr. Giacomo Bini, ofm

                                                                   ministro generale

                                                                    dei frati minori